“Credo la politica, tutta, debba fare ammenda sul trattamento che le donne hanno subito e subiscono da anni nel nostro Paese, in ogni campo. Le parole di Papa Francesco di stamane, che ricordano il ruolo primario delle donne sono come un macigno e vanno oltre la dimensione prettamente religiosa a cui paiono voler fare esclusivo riferimento. E come tali dovrebbero essere condivise universalmente”. Così Souad Sbai, giornalista, ex parlamentare e presidente di Acmid Donna, commenta le parole di Papa Francesco nell’udienza di oggi. “Le donne sono testimoni del cambiamento e su di loro occorrerebbe puntare per ricostruire una società allo sbando, in cui la crisi dei valori è solo in parte testimoniata dall’incertezza del momento politico. Le donne di origine araba in Italia, che combattono ogni giorno contro discriminazioni e violenze, fino al sacrificio estremo, sanno bene quanto queste parole siano importanti per segnare una via nuova. La resurrezione della nostra dimensione di crisi verso la stabilità non può prescindere dal ruolo delle donne, che il Pontefice giustamente focalizza come portatrici di un messaggio che tanti non vogliono ascoltare, perchè vero e unico messaggio di saggezza”.

da Almaghrebiya.it del 03/04/2013