“Un plauso alle Forze dell’Ordine e a chi, dietro le quinte, lavora per rendere il Paese più sicuro e ci riesce. Il loro lavoro finora ha reso l’Italia immune da attentati terroristici, che hanno colpito altri paesi anche a noi molto vicini, grazie alla presenza di personaggi come questo sedicente imam ’fai da te’, dedito più all’attività di reclutamento jihadista e radicalista che alla predicazione religiosa.” Così si è espressa la parlamentare del Pdl, Souad Sbai, commentando l’arresto a San Donà di Piave dell’imam conosciuto dall’Antiterrorismo italiano per il suo orientamento ideologico radicale e per le sue relazioni con estremisti coinvolti in precedenti indagini sulle reti di istradamento di combattenti verso terre di jihad.

“Radicalismo porta terrorismo, non c’è scusante che tenga. Personaggi come quello che stamane ha visto le manette per la sua attività criminosa, vanno allontanati immediatamente e non devono mai più mettere piede nel nostro Paese. Minacciano le comunità moderate oltre che i singoli immigrati se solo osano mettere in dubbio la natura della loro attività di proselitismo e tengono schiacciati sotto la minaccia del rimpatrio coloro che si ribellano. Questo tentativo di appropriazione delle comunità deve essere spezzato immediatamente e con ogni mezzo perché questa gente é pericolosa non solo per gli immigrati che qui vogliono vivere onestamente ma anche per gli italiani che accolgono e non sanno chi davvero si cela dietro a tanti di questi imam fai da te, presenti in gran numero in Italia, e che aspettano solo il momento giusto per colpire la nostra società”.

da Pdl.it del